Cantine in Umbria – CONTI SALVATORI – Tenuta Coltavolino 1695

ELEGANZA E NOBILTÀ D’ANIMO A COLTAVOLINO

Un’azienda con un recente passato ma con una grande storia. Un’atmosfera di pace, di natura incontaminata, invasa solo dal silenzio. Il silenzio del duro lavoro, di una visione ambiziosa, di una passione infinita.

Sono nella Tenuta di Coltavolino, tra Umbertide e Perugia, tra passato e futuro per conoscere più da vicino la meravigliosa realtà dei Conti Salvatori. Un’azienda agricola? una cantina? Per ciò che si percepisce tra tutte le persone che vi collaborano, a me sembra una bella e grande famiglia.

I Conti Salvatori entrano in possesso della tenuta nel 1695 per essersi distinti nella guerra contro i turchi ottomani. Orazio e Giuliano Salvatori al comando di mille fanti si schierano a fianco dell’imperatore Leopoldo I d’Asburgo che, per il loro valore, gli fa dono dei territori di Coltavolino e Montacutello e li nomina conti del sacro romano impero. Prediligendo da sempre il lavoro agricolo gli attuali conti, sempre due fratelli, hanno deciso nel 2008 di mettersi in gioco ereditando tutto questo con dedizione e professionalità. Oggi l’azienda si sviluppa tra seminativo (100 ha), oliveto (12 ha), pascoli (60 ha), bosco (240ha) e ovviamente vigna (8 ha) con una concezione, soprattutto per il vino, che punta alla massima qualità.

Cantine in Umbria - Conti Salvatori

Tutto il lavoro ed i processi sono studiati e monitorati dagli esperti agronomi che, in collaborazione continua con madre natura, tendono ad invadere il meno possibile la vigna ed assistere con cura materna le fasi di fermentazione e affinamento dei vini. La linea è composta da tre etichette, un bianco e due rossi realizzati secondo me con competenza e consapevolezza. Il Macinaia (chardonnay e grechetto) si presenta al gusto molto fresco e pulito, elegante, con un corpo importante dati i vitigni utilizzati. Il Calcinaio (sangiovese) è di una franchezza meravigliosa, un bellissimo frutto rosso, fragrante e suadente, acido, ma di una bellissima armonia gustativa. Il Rondolaio (cabernet sauvignon) fa sentire i suoi muscoli, la sua elegante complessità, mantenendo magistralmente un ottimo equilibrio e un piacevolissimo finale lungo e persistente. Soltanto da quest’anno sono usciti sul mercato e le loro 6.000 bottiglie gi. sono molto apprezzate anche dai palati più raffinati.

Vini Umbri - Conti Salvatori - Tenuta Coltavolino 1695

Una piccola ma non meno importante menzione va alla villa padronale che con imponenza mi accoglie e in cui sono situati i locali della cantina dove la temperatura costante e l’alta umidità rendono perfette le condizioni di affinamento dei vini. Il segreto è una sorgente naturale situata esattamente sotto la struttura che permette di avere stabili condizioni per il perfezionamento del prodotto.

Risalendo, tutta la parte dedicata all’accoglienza e alle degustazioni è stata recentemente ristrutturata con materiali che appartenevano ai vecchi locali, riutilizzati perfettamente per l’occasione. Ed è anche questo che rende molto particolare questa realtà, dove c’è la volontà di ricordare il passato, la tradizione e le origini; lo percepisco in ogni sfaccettatura di questo progetto. Un energia meravigliosa in cui passato e presente guardano avanti senza paura. Con una forza ed una determinazione tramandate da radici lontane, che hanno permesso a queste perle di nascere e percorrere il tempo davanti a loro.

Grazie ai Conti Salvatori per l’accoglienza ed i loro prodotti!

Conti Salvatori - Tenuta Coltavolino 1695 - Perugia - Umbria | Wineryroad |