Spesso l’Umbria è cosi, luoghi remoti, incontaminati, a volte impervi, che subito dopo diventano incantati; di colpo ti trovi immerso tra filari, olivi, colline che si perdono a vista d’occhio, vallate meravigliose che ti danno quel senso vertiginoso di maestosità e che ti fanno rimanere fermo a scrutare per ore. Nel cuore dell’Umbria a pochi chilometri da Bevagna oggi sono arrivato alla Tenuta Bellafonte, la magica storia di questa realtà, che ti conquista e ti rapisce.

È il sogno di Peter Heilborn, di origine tedesca, che da Milano per lavoro si trasferisce in Umbria. Con il passare degli anni e vivendo questa regione viene stregato dalla sua bellezza e dal calore umano che avvolge; decide quindi di trasferirsi definitivamente e coltivare una delle sue grandi passioni, il vino. Più precisamente, il Sagrantino.

Fonda cosi nel 2007 la Tenuta Bellafonte e nessun altro nome poteva essere più adatto per personificare l’azienda. Infatti traduce esattamente la parola Heilborn (heil significa benessere o bellezza in senso lato, born vuol dire fonte). Acquista quindi la vecchia proprietà e con il recupero di una vecchia vigna da vita a questa meravigliosa avventura.

Si vede che ha trasmesso in ogni fase produttiva, tutta la passione che lo lega a queste verdi colline. Ogni dettaglio è curato, ogni particolare ti fa sentire realmente immerso nella filosofia e nella visione di un azienda che marcia dritta per la sua strada, interpretando in maniera sublime ciò che la terra gli sta offrendo.

Le vigne sono collocate tra i 260 e i 320 metri s.l.m. ed i terreni sono ricchi di argilla e marna, tipiche composizioni di queste zone sia per l’importante struttura, sia per la finezza che andrà sicuramente ad impreziosire il patrimonio organolettico del vino. Otto sono gli ettari vitati dei trentadue totali che comprendono l’intera proprietà, la maggior parte a Sagrantino e Trebbiano Spoletino, con una produzione che si aggira intorno alle 40.000 bottiglie. Ciò a cui si punta è soltanto la qualità con operazioni precise in vigna ed in cantina dove nulla è improvvisato e tutto è studiato, ovviamente, natura permettendo.

Ampi e spaziosi i locali di vinificazione per permettere le migliori lavorazioni, la cantina è studiata per avere un sistema di areazione e umidità totalmente naturale con delle condotte sotterranee. Nei locali di affinamento siamo in compagnia di grandi botti di rovere di slavonia dove riposano i vini che affrontano un lungo periodo di affinamento per trovare la giusta armonia ed equilibrio, carattere distintivo che ritroviamo nei nostri calici.

Tutta la linea dei vini sono il frutto di attente e meticolose lavorazioni, prima in vigna, poi in cantina, in cui secondo me spicca una grande coerenza e un insieme di sensazioni che ti fanno subito capire lo spessore di questi prodotti. Personalità, intensità, eleganza e ampiezza, vini che trovano la loro connotazione precisa in questo territorio regalando indimenticabili emozioni.

Meravigliosa perla la Tenuta Bellafonte, rappresenta lo stile umbro e ne sottolinea il grande potenziale. Un lavoro attento ed una filosofia di produzione che esalta sia il territorio che il varietale. Vini di grande lungimiranza, di grande stoffa, vini che fondono il carattere e la ricchezza di questa regione, non facilissimi da interpretare, ma capaci di conquistarti e di colpirti al cuore.

Grazie mille della visita
Filippo